DSA – DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO

Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) sono compromissioni a livello neurobiologico di una serie di funzioni che si manifestano con difficoltà negli apprendimenti. 

Non sono dovuti a scarsa opportunità di istruzione, disabilità intellettive, traumi o malattie cerebrali acquisite, né a deficit visivi o uditivi. 

Le disfunzioni neurobiologiche alla base dell’espressione dei DSA interferiscono con i normali processi di acquisizione delle abilità scolastiche.

Quali sono allora i disturbi specifici dell’apprendimento?

  • Dislessia > Disturbo Specifico della Lettura, che interessa l’abilità di decodifica del testo scritto in termini di velocità e/o correttezza.
  • Disortografia > Disturbo Specifico della Scrittura, che interessa l’aspetto ortografico di correttezza.
  • Disgrafia > Disturbo Specifico della Scrittura, che interessa la realizzazione grafica in termini di qualità e velocità.
  • Discalculia > Disturbo Specifico del Calcolo e della cognizione numerica, che interessa l’elaborazione numerica, gli automatismi (come le tabelline) e le procedure del calcolo.

Sono disturbi cronici che modificano la loro espressività nel tempo in relazione all’età e alle richieste ambientali: per questo motivo le difficoltà emergono con l’inizio della scuola ma possono manifestarsi anche successivamente quando il soggetto non riesce più a compensare le richieste dell’ambiente, per esempio a causa della velocità richiesta o del carico di lavoro eccessivo. 

Non è raro infatti che venga richiesta una valutazione di bambini (o ragazzi) al momento del passaggio dalla scuola primaria alla scuola secondaria di primo grado o addirittura durante la scuola secondaria di secondo grado, ossia quando le richieste da parte del contesto scolastico aumentano notevolmente. 

I DSA sono causa di disadattamento (emotivo e/o professionale) che può essere più o meno forte a seconda di come i fattori neurobiologici si intrecciano reciprocamente con i fattori ambientali e sociali (scuola, famiglia e gruppo dei pari). 

È ovvio sottolineare come i DSA abbiano ripercussioni nelle scelte scolastiche e professionali future che i ragazzi si trovano a scegliere, con un forte impatto a livello individuale e spesso associato all’abbandono del percorso scolastico: motivo per cui è importantissimo intervenire il prima possibile, con un percorso riabilitativo neuropsicologico costruito ad hoc per ogni bambino/ragazzo , con il fine di rafforzare le funzioni alla base degli apprendimenti (memoria e attenzione) e di intervenire sulle difficoltà specifiche, e con la compilazione in collaborazione con il consiglio di classe un Piano Didattico Personalizzato (PDP), un progetto educativo e didattico personalizzato, commisurato alle potenzialità dell’alunno, che definisce tutti i supporti e le strategie che possono portare alla realizzazione del successo scolastico degli alunni DSA.

Per approfondire l’argomento non esitare a contattarci
Studio di Neuropsicologia
Dott.ssa Federica Ponti – 3388399274